4 motivi per cui ogni musicista dovrebbe studiare jazz

I musicisti che abbracciano tutti i tipi di generi in tutto il mondo hanno tutti una cosa in comune: vogliono migliorare nel loro mestiere. Vogliono diventare musicisti migliori nel loro genere e vogliono diventare più abili con i loro strumenti. Il desiderio di diventare i migliori musicisti possibili ci unisce.

Ogni genere musicale ha qualcosa da insegnarci, che sia pop, rock, hip-hop o classica; e questi sono solo gli stili più importanti. Ci sono stili musicali unici che vengono suonati in ogni angolo del mondo, ognuno con le proprie serie di sfide e lezioni da imparare.

Uno stile musicale che credo tutti i musicisti dovrebbero dedicare del tempo allo studio è il jazz. Forse è solo il mio pregiudizio di musicista jazz a parlare, ma in effetti la musica jazz è un genere che copre molti elementi musicali diversi.

Il jazz può essere complesso armonicamente, ritmicamente e melodicamente. Non è il genere più facile in cui diventare bravi perché richiede un certo livello di virtuosismo da parte dello strumentista.

Quindi, se sei un musicista al di fuori del circolo del jazz e ti chiedi se vale la pena dedicare del tempo a studiare un po’ di jazz, ecco quattro motivi per cui ne varrà la pena!

1. Amplierà la tua conoscenza armonica.

Gli standard jazz sono ricchi di informazioni armoniche. Utilizza l’intero spettro dell’armonia diatonica ma poi si estende anche nel regno non diatonico. Se vuoi capire come sono costruiti gli accordi e le progressioni di accordi, allora il jazz ti insegnerà.

Il jazz utilizza molti colori degli accordi. Nel repertorio jazz, gli accordi predefiniti sono gli accordi di settima, quindi vengono aggiunte estensioni e alterazioni. Questi tipi di accordi che vengono messi insieme in progressioni di accordi diventano lezioni incredibili sulla guida vocale e su come collegare gli accordi insieme.

Se vuoi capire le possibilità dell’armonia e della teoria musicale, dovresti dedicare un po’ di tempo allo studio del jazz.

2. Ti costringerà a essere abile con il tuo strumento.

A causa delle complessità armoniche del jazz, della gamma di tempi da lenti a veloci e del linguaggio della musica stessa, non avrai altra scelta che diventare abile con il tuo strumento.

Il jazz non ti permette di prendere scorciatoie. Non è un tipo di musica “una scala adatta a tutti” e per suonare un autentico linguaggio jazz, devi essere in grado di navigare con competenza nel tuo strumento. Se ci sono zone grigie sul tuo strumento o fondamenti di base che ti mancano, il jazz ti farà sapere quali sono.

Questa è ovviamente un’ottima notizia per qualsiasi musicista! Se riesci a identificare ed essere costretto a praticare i tuoi punti deboli sul tuo strumento, ti aiuterà solo a suonare meglio il tuo stile musicale.

Una volta ho avuto un cantautore per una lezione di chitarra con me. Voleva solo avere una prospettiva diversa sulle cose. Aveva quell’atteggiamento di voler migliorare ed essere disposto a cercare aiuto in un altro genere.

In quella prima lezione gli insegnai a suonare triadi maggiori e minori in tutte le inversioni e forme su tutta la tastiera; il tipo di cose che tornano utili quando si suona jazz. Ha scosso il suo mondo! Ha iniziato a riavvicinarsi a tutte le sue composizioni originali per aggiungere diverse voci principali semplicemente sottotitolando diverse inversioni di accordi.

Ora, non è necessario studiare il jazz per impararlo, ma questo è un piccolo esempio di come questo tipo di allenamento possa farti percorrere strade diverse che prima non avresti mai percorso.

3. Migliorerà il tuo orecchio… alla grande.

Al centro del jazz c’è l’improvvisazione. Ecco di cosa tratta questa musica, e per diventare un grande improvvisatore devi avere un grande orecchio. Nessuna quantità di teoria e conoscenza di accordi / scale ti porterà dove vuoi andare senza un grande orecchio.

Il jazz è tradizionalmente imparato a orecchio. Puoi imparare il repertorio e gli assoli dagli spartiti, ma non è così che il jazz è stato tramandato nel corso dei decenni. I musicisti jazz hanno sempre imparato a orecchio il repertorio, gli assoli, i fraseggi e le frasi. Questa è una parte essenziale di una formazione jazz.

Imparare il contenuto degli stessi standard jazz costruirà il tuo orecchio. È armonicamente e melodicamente complesso e quando inizi ad adattare il tuo udito a questi suoni, le tue orecchie sentiranno di più.

4. Ti aiuterà a diventare un compositore migliore.

Avere tutta questa conoscenza armonica e la comprensione degli accordi e delle progressioni di accordi ti aiuterà a diventare un compositore migliore. Il jazz ti nutrirà costantemente con idee diverse su come collegare gli accordi sia in modo diatonico che non diatonico.

Gli standard jazz sono anche grandi studi di melodia. Vuoi sapere come comporre una grande melodia? Gli standard jazz hanno superato la prova del tempo grazie alla ricchezza delle loro melodie.

C’è così tanto che il jazz ha da offrire a ogni tipo di musicista. Non è necessario aspirare a diventare un grande musicista jazz per trarne qualcosa.

Se non lo sei già, poniti l’obiettivo di studiare alcuni standard jazz e vedere dove ti porta.