Strumenti di musica jazz: tutti gli strumenti che devi conoscere

Lo sviluppo della musica jazz ha una storia molto interessante. Questo marchio musicale nasce da un mix di suoni tradizionali africani e la necessità di esprimersi. Sembra che tutti abbiano bisogno di una sorta di voce e gli afroamericani erano (e talvolta lo sono ancora) estremamente oppressi, il che ha portato alla soppressione delle idee.

Questi pensieri creativi hanno trovato altre vie di vocalizzazione attraverso la musica. I suoni tradizionali portati dal continente africano sono stati combinati in modo creativo insieme a pochi strumenti molto diversi e il termine “jazz” è stato coniato per descrivere il suono.

Strumenti jazz tradizionali

1. La tromba

La bellissima tromba è lo strumento dal tono più alto utilizzato in un gruppo jazz. La qualità tonale è così chiara e pulita se suonata da un musicista esperto. In un gruppo jazz, un pezzo può essere espresso con un tempo estremamente veloce o con note lunghe e lente.

Per una certa convergenza cosmica, la tromba esisteva all’inizio del genere e quindi è un membro fondamentale e un forte identificatore di qualsiasi jazz band. Ci sono due famosi trombettisti estremamente abili: Louis Armstrong che ha viaggiato a livello internazionale e Dizzy Gillespie che ha avuto una carriera di sei decenni.

2. Il pianoforte

Il bel pianoforte, quando suona un brano jazz, utilizza la vasta gamma di note armoniche e melodiche conosciute dall’uomo. Come la tromba, il pianoforte era al posto giusto e al momento giusto quando il jazz veniva ascoltato nei cuori degli uomini che sviluppavano il suono e scrivevano le note sulla carta.

3. Il contrabbasso

Il morbido contrabbasso crea alcune delle note di tempo più basse che tradizionalmente definiscono la musica jazz. Questo strumento può essere suonato velocemente, con un’azione martellante per suscitare una melodia rimbalzante o può essere tradizionalmente lento per creare una composizione jazz più cupa e blues.

4. I tamburi

L’uso dei fantastici tamburi nella musica jazz è iniziato nei primi anni del 1900 e lo scopo di questo strumento era quello di tenere il tempo. I tamburi erano anche usati come un modo per cambiare il tempio o l’umore della musica. I tamburi sono usati in molte forme di jazz già nel 1910 nella musica Dixieland e fino agli anni ’80 nel jazz latino.

5. Il sassofono

Inventato da Adolphe Sax ha inventato il meraviglioso sassofono nel 1842. La sua intenzione quando ha sviluppato questo strumento era di creare qualcosa con le migliori qualità di uno strumento a fiato e le migliori qualità di uno strumento a fiato. Fa parte della musica jazz sin dai primi giorni del suono jazz.

6. Il clarinetto

Il clarinetto, come la tromba e il pianoforte, ha fatto parte del jazz sin dal suo inizio. Questo strumento è prolifico nel jazz di New Orleans e durante le epoche swing degli anni ’30 e ’40. La versatilità offerta dal clarinetto spinge questo strumento nel punto focale di qualsiasi gruppo jazz come un cantante eccezionale che si distingue come solista.

7. Il Banjo

Il banjo è stato anche uno dei primi strumenti jazz utilizzati per definire la musica jazz. Proprio come il “lavoro” del tamburo era quello di tenere il ritmo, il “lavoro” del banjo era quello di tenere il ritmo di una composizione. Successivamente, negli anni ’30 e ’40, la chitarra veniva usata a volte al posto del banjo. Questo strumento ha completato l’ultimo tipo di jazz “Rythm and Blues”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*
*